copertina

Come promesso vi racconto la mia domenica passata alla Fiera di Roma dove ieri si è conclusa la kermesse ABILMENTE che per il secondo anno consecutivo sbarca nella capitale. Arrivo alle 10:30 pensando di trovare pochissima gente invece i padiglioni erano già affollati da visitatori che come formiche si riversavano  tra gli stand, correvano ad iscriversi ai corsi o portavano i loro bambini per un’esperienza didattica fuori dell’ordinario.

IMG_3864

Abilmente è infatti un’esplosione di creatività, fantasia e colori. Una mostra, organizzata da Fiera Vicenza, che è tornata a Roma per il secondo anno consecutivo, che quest’anno ha raddoppiato, con due padiglioni dedicati alle appassionate dell’handmade, con otto atelier ricchi di laboratori, mostre ed eventi.

IMG_3867

Matteo Marzotto, Presidente di Fiera di Vicenza, si è detto molto soddisfatto dei risultati ottenuti: «Un anno straordinario per il nostro format. Abbiamo coinvolto con grande soddisfazione un numero crescente di visitatori e di espositori, molti dei quali di profilo internazionale, proponendo loro un mix calibrato e ben assortito di creatività, artigianalità ed esperenzialità».

Immagine

Ho dovuto davvero fare uno sforzo sovrumano per impedirmi di lasciare tra quegli stand tutto il mio stipendio.

Ad ogni passo c’era qualcosa di accattivante, di suggestivo e di interessante che stuzzicava la mia fantasia e che mi faceva pensare: « con questo pannolenci potrei farci una borsa, con questa lana cotta una sciarpa e abbellirla con queste pietre, con le basi per corone e ghirlande potrei farci qualcosa per Natale…», poi ho valutato che ho la casa piena di oggetti che conservo per realizzarci cose che, puntualmente non faccio e ho desistito!!

IMG_3896

In questo mare magnum di abilità e talento ho incontrato Monica Vinci che non solo realizza gioielli meravigliosi, ma organizza anche corsi per svelare un po’ dei segreti della sua arte anche a chi vuole cimentarsi in questo ambito.

Potete trovare tutti i dettagli e i contatti sul suo blog “Lo Scrigno dei Gioielli” .

IMG_3890

Un altro stand che mi ha colpito molto è stato quello di Mygufo  e Le Charly A spiegarmi il primo progetto è stato Luca Marzocchi :

IMG_3913
« Nell’agosto del 2013 insieme con Roberto Nicoliello abbiamo deciso di reinventare con ironia e personalità un modello di scarpa classico come la polacchina.

IMG_3912

Tutto ha inizio in Toscana, in un piccolo laboratorio artigiano in provincia di Firenze. Viene scelto come logo un simpatico gufetto, che si sa porta fortuna e da qui inizia la storia di Mygufo.

IMG_3917

La prima collezione, appena cento paia, viene presentata in fiere locali e location legate ad eventi in tutta Italia. Ad appena sei mesi dalla prima apparizione si registra un grande entusiasmo da parte del pubblico e professionisti del settore , forse perché gli ‘ingredienti’ di base sono: qualità, colore e ispirazione».

Senza titolo-1
A chi è rivolta questa calzatura?
«Non esistono regole per indossare una Mygufo. È una scarpa per tutta la famiglia: uno stile più romantico ma sempre accattivante per lei, un appeal di carattere per lui e la divertente collezione kids che esprime al meglio l’anima giocosa del brand».

IMG_3918
Altri progetti in vista?
«Prima uscita per ‘Camillo’ una linea di calze, cappelli e sciarpe realizzati in collaborazione con Davide Controne. Cotone e poliestere per le calze, felpa di cotone e lana per sciarpe e cappelli. Tutte le creazioni sono rigorosamente a fantasia con un packaging accattivante!»

IMG_3919

Le borse più originali sono invece quelle di ‘Le Charly’ di Francesca Biancarami, ispirate da un vecchio ricordo, un telefono per la precisione. Anche in questo caso tanto spazio alla creatività.

IMG_3909

Grazie a Rita Sperduti ho invece scoperto l’esistenza delle fustellatrici per tagliare e imprimere su diversi tipi di tessuti e materiali i più svariati soggetti. Per chi è interessato anche ai corsi, trovate tutte le info sulla pagina Facebook di Outlet Creativo.

IMG_3878

Ultima ma non per importanza e creatività la signora Maria Di Benedetto, la testimonianza vivente che le antiche tradizioni italiane del ricamo non devono perdersi e  anzi, oggi più che mai, possono e devono essere attualizzate.

IMG_3883

Maria è una vera fuoriclasse con tanto di medaglia d’argento alla Biennale Internazionale di Sansepolcro nel 1996 e un prestigioso ‘Riconoscimento Internazionale per l’operosità e la collaborazione nel campo dei merletti in Europa nel 1988.

IMG_3877

Ha perfino partecipato, come maestra merlettaia, alla mostra sulla cultura italiana allestita dalla giapponese Mitsukoshi a Tokyo, Sapporo e Sendai.

IMG_3876

Oggi Maria organizza su Roma, Lanuvio e Milano, corsi di ricamo, pizzo ad ago, reticello, uncinetto, maglia, quadrato magico, fiori di calze e forcella. Potete scriverle a; maria.dibenedetto@live.it

Nadia Sessa

Written by Nadia