Si è chiuso anche quest’anno, l’8 dicembre, con numeri da record il periodo dei mercatini di Natale al Castello di Limatola, che richiamano migliaia di visitatori ogni giorno. Quindi se decidete di visitarli, soprattutto nel weekend (ormai l’anno prossimo), preparatevi a lunghe file, interminabili attese e a qualche scarpinetto.

IMG-20161112-WA0008

Io per evitare tutto questo ci sono andata il secondo giorno e di primo mattino.

Limatola si trova in Campania, in provincia di Benevento e questo comune è diventato famoso proprio da quando ha deciso di istituire questo suggestivo appuntamento natalizio e nonostante il suo castello sia lì dall’epoca normanna, costruito sui resti di una torre longobarda.
Nel rinascimento importanti lavori di ristrutturazione lo trasformarono da architettura militare a dimora signorile, pur conservando alcune caratteristiche difensive.

Dopo decenni di abbandono l’edificio è stato restaurato nel 2010 ed ospita un albergo ristorante, dove è possibile organizzare anche eventi e cerimonie.

IMG-20161112-WA0009

Il castello è circondato da una cinta muraria intervallata da torri circolari dotate di scarpata fino all’altezza del cornicione. La cappella palatina dedicata a san Nicola conserva un crocifisso d’epoca e il portone originale. Alcune sale sono decorate da affreschi prevalentemente del XVIII secolo.

IMG-20161112-WA0023

Ma cosa possiamo trovare in questi mercatini? Negli spazi aperti, ma anche in quelli della corte dell’antico palazzo, chiuse con una copertura in vetro e legno, si espone di tutto, dai lavori dell’artigianato locale ai formaggi; dai torroncini del beneventano, a deliziosi oggetti in ceramica.

Attrattiva quest’anno è stata la pizza a libretto cotta rigorosamente in forno a legna.

IMG-20161112-WA0033

E poi spettacoli, musiche e danze intrattengono i visitatori e soprattutto i più piccoli per cui questo periodo dell’anno è davvero magico. E augurando anche ai più grandi di ritornare un po’ bambini, non mi resta che darvi appuntamento a Limatola per l’anno prossimo!

Nadia Sessa

Written by Nadia